Il mondo del lavoro è cambiato e puoi cambiare anche tu!

Quando si parla di lavoro si tocca sempre un tasto dolente poiché, nove volte su dieci, quando si parla di lavoro la risposta non cambia: “Non ce n’è!” e questo è un loop continuo che continua a viaggiare già da qualche anno e che spinge davvero moltissime persone a spostarsi altrove e a fare delle scelte importanti dalle quali dipendono sogni e possibilità.

È vero, senza dubbio, che trovare un lavoro oggi è più difficoltoso, ma è altrettanto vero che non è impossibile e non serve molto a capire il perché: il bello dei nostri tempi è l’accessibilità continua ad una rete internet; ciò può sembrare una banalità, ma non è così se iniziamo a pensare che il web può essere immaginato anche come un canale di lavoro.

Ad esempio, lo sapevi che in certi casi è possibile lavorare da casa restando comodamente in pigiama? Oppure ancora, che potresti lavorare nel tuo ufficio per conto di clienti italiani o stranieri senza essere un loro diretto dipendente. Avevi idea dell’esistenza di queste straordinarie possibilità offerte dal lavoro virtuale? Qualcuno diffida di esso perché predilige morbosamente quello tradizionale, immaginando il primo come una relazione fredda e anonima dove un compito assegnato viene svolto da chissà chi, chissà dove e chissà quando; ma questi sono solo stereotipi da smontare.

Noi di Helpy ad esempio offriamo un servizio innovativo, utile e accessibile di assistenza virtuale pensato per aziende, liberi professionisti, primi arrivati nel mondo del lavoro e studenti, dove ogni compito assegnato viene svolto con la massima precisione seguendo le indicazioni del cliente che potrà mettersi in contatto con l’assistente in qualsiasi momento lo ritenga opportuno, tramite calls, whatsapp o emails.

• Il primo stereotipo da smontare, dunque, è quello legato all’impossibilità di raggiungere la persona che sta lavorando: la tua assistente virtuale lavora da remoto ma non è remota, è una persona con cui puoi parlare e che, soprattutto, puoi incontrare tutte le volte che vuoi per spiegare meglio la natura della tua richiesta, l’obiettivo del compito che stai per affidarci o avere un confronto per il tuo lavoro.

• Il secondo stereotipo da smontare è il timore di essere truffati e di non avere più tracce della persona a cui abbiamo delegato il lavoro o di ricevere un lavoro scadente: contrariamente a ciò che si può immaginare, invece, il lavoro viene svolto con la massima trasparenza e coerenza grazie all’utilizzo delle piattaforme di condivisione Drive, così da poter consentire al cliente la possibilità di monitorare l’andamento dei compiti affidati. Inoltre, chi lavora per te non è un call center privo di preparazione e logica lavorativa, ma un professionista con senso del lavoro, del rispetto verso esso, tutto questo con l’obiettivo di offrirti un lavoro di qualità.

• Naturalmente, ricordati che il tuo assistente virtuale non è un dipendente diretto e questo per te costituisce un grosso vantaggio perché nello stesso momento ottieni un risparmio, dato dal fatto che non hai costi fissi da sostenere, e un guadagno perché la tua assistente virtuale ti offre un numero maggiore di servizi rispetto ad una segretaria tradizionale. In questo modo riusciamo a smontare il terzo stereotipo sull’accessibilità e la convenienza del lavoro virtuale.

Il marketing e i modi di fare business oggi mutano velocemente, anche a seguito di altri cambiamenti di tipo sociale, economico e culturale ed in questo modo cambia, inevitabilmente, il modo di lavorare e di reinventare il lavoro anche laddove, magari, sembra non esserci.
Provate a fare qualcosa e chiedete aiuto e consiglio per non rischiare di perdere tutte quelle piccole ed importanti opportunità che possono cambiarci la vita senza necessariamente fare le valigie, studiare teorie infinite che non ci serviranno mai, aspettare immobili un cambiamento che certamente non arriverà da solo.

Le possibilità di lavoro possono esserci se si riesce a guardarsi attorno e non avere paura di cambiare, crescere e imparare; Helpy nasce sulla base di questi valori, che sono gli stessi che speriamo di riuscire a trasmettervi in tutto quello che facciamo.